contadi castaldi

La Franciacorta di Contadi Castaldi

Un universo straordinario di vigne ha dato origine al territorio di Franciacorta. Nella varietà dei suoi paesaggi abbiamo scoperto una gamma espressiva così ampia e ricca di sfumature da rendere possibile la realizzazione di un nuovo sogno enologico.

Così è nata Contadi Castaldi, l'azienda che più di tutte si è specializzata nell'arte dell'innovazione, ricercando all'interno della Franciacorta i vigneti più evocativi e i vignaioli più appassionati. Perché nessun vignaiolo è uguale ad un altro, ed ognuno di loro si esercita ed eccelle in passioni diverse.

C'è il perfezionista del Pinot nero, il purista dello Chardonnay, l'inventore di sistemi di allevamento della vite all'apparenza nuovi e che poi scopri essere eredità di antichi saperi. E c'è il poeta del Pinot bianco che riesce sempre a sorprenderci un attimo dopo l'ennesima discussione sul metodo di potatura verde.

E ancora, ci sono le sei unità vocazionali della Franciacorta, talmente diverse tra di loro che abbiamo ceduto alla tentazione di coltivare vigneti in ognuna di esse, con la determinazione di renderli simili in un unico aspetto: l'attenzione alle più sottili differenze e la cura manuale e minuziosa della vigna per renderla perfettamente sana e longeva.
Tutta questa varietà è per noi una grande ricchezza che portiamo in cantina ad ogni vendemmia per poter dire dei nostri Franciacorta che sono veri assemblaggi di vini di diversa origine, i quali portano in dote la propria unicità e si esprimono nelle cuvée attraverso un equilibrio completo e complesso, destinato a raggiungere nel tempo un'armonia perfetta.

Francesca Moretti , CEO Gruppo Terra Moretti area wine

Contadi Castaldi

I "contadi" erano, in epoca medievale, le contee della Franciacorta, piccole unità territoriali rinominate per la produzione agricola di eccellenza.
I "castaldi" erano i signori delle contee ai quali era affidato il governo delle terre.
Il nome è sintesi della storia millenaria della Franciacorta, dei suoi 19 comuni e della loro vocazione ad un'agricoltura d'eccezione.

Nel 1500, periodo di massimo splendore della Repubblica veneta, la Franciacorta produceva cibi e vini destinati alle tavole di principi, re e ricchi mercanti.
La splendida Venezia fu per la Franciacorta il mercato di elezione per far conoscere i propri vini.
Per saperne di più visita il sito di Contadi Castaldi

contadi castaldi avpnI Franciacorta di Contadi Castaldi

Le Origini:

Ci troviamo ad Adro, in Franciacorta.Il nome di questo piccolo villaggio è riconducibile a più radici etimologiche. Tra di esse "Ader", il cui significato è "luogo luminoso, sereno, ardente e pieno di sole". Un'altra derivazione è "Adrusco", che corrisponde in antica lingua mediterranea a "paese ricco di vigneti". La storia racconta che da tempi immemorabili il comune di Adro era territorio coltivato a vite e questa specificità è evidente nello stemma del comune che raffigura tre grandi grappoli d'uva.

Il clima del territorio di Adro è infatti mite e temperato, ideale per la coltivazione della vite. Il Monte Altoprotegge dai venti del nord e dalle nebbie della pianura padana. Ai tempi della glaciazione, questa lunga montagna isolata divise il lago di Iseo in due golfi affiancati, quello di Iseo in terra bresciana e quello di Sarnico in terra bergamasca. Il monte è costituito da rocce sedimentarie marine, cioè calcari, marne e arenarie. Suoli perfetti per la coltivazione della vite, e sfruttati, nel passato, da cave di mattoni e cemento.
Una delle numerose cave presenti sul territorio ha dato vita alla fornace Biasca,l'antico fabbricato che oggi ospita la cantina Contadi Castaldi. Nella seconda metà del novecento, la fornace smise la sua attività e Vittorio Moretti la rilevò per un principale motivo, legato ai ricordi di infanzia della moglie Mariella che in questa fabbrica, appartenuta alla sua madrina, trascorreva i pomeriggi del doposcuola. Quando, negli anni '80, la Franciacorta è nel massimo del suo sviluppo, Vittorio e Mariella Moretti decidono insieme di convertire la fornace in una cantina. I suoi ampi volumi e le lunghe gallerie di cottura dei mattoni si sono rivelati perfetti per affinare i Franciacorta e per accogliere gli appassionati di vino. Così, l'antico luogo di lavoro ha cambiato la funzionalità rivolgendosi alla terra e alla vigna, ma non ha tradito le proprie origini mantenendo intatta la sobrietà e lo stile sereno delle aziende agricole lombarde.

I vigneti:

Il vigneto Contadi Castaldi copre 100 ettari, dislocati nei diciannove comuni della Franciacorta e distribuiti in tutte e sei le unità vocazionali di paesaggio. Le variazioni geologiche e microclimatiche dei suoli, assommate a differenti metodi di coltivazione della vigna (Guyot, Cordone Speronato, Sylvoz, Archetto, Casarsa, Tendone) sono il segreto attraverso il quale abbiamo dato vita ad una nuova generazione di vini Franciacorta che convince per equilibrio, freschezza e forza di natura.
Per questo abbiamo scelto di comunicarlo con un linguaggio nuovo: Cuvée Design è il metodo attraverso il quale raccontiamo, partendo dal gusto, le specificità delle nostre scelte di vino e di cantina. Gli amici di Cuvée Design ogni anno aumentano di numero e i migliori si sfidano nel laboratorio "A scuola di Cuvée", una sfida che permette di simulare la realizzazione di una Cuvée Satèn a partire dai vini base della più recente vendemmia.


contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi contadi castaldi