Leonessa d'Italia
Il Tempo.
Pizza e spaghetti nella notte parigina, prima di poter abbracciare (ma soltanto a tarda sera complice un aereo costretto ad atterrare a Bologna e non a Verona) mamma e papà: Francesca Schiavone, la regina del Roland Garros, ha festeggiato così il suo storico successo sulla terra di Parigi. na festa che più italiana non si può. Ristorante «Il napoletano», Champs Elysees: è qui che la campionessa si ritrova con i suoi amici e il suo staff per fare bisboccia. Nel locale, gremito di italiani, l'entusiasmo è a mille. Pasta e pizze vengono offerti a volontà. Al suo ingresso nel locale la Schiavone viene accolta da un coro assordante: «Fran-ce-sca Fran-ce-sca». Lei sale in piedi su una sedia, ringrazia tutti. Stringe tra le mani il trofeo: «La coppa è mia!», urla per poi cantare l'immancabile «Nel blu dipinto di blu». A festeggiare il trionfo della tennista azzurra, prima italiana nella storia a vincere il Roland Garros, tra gli altri, il presidente della Federtennis Angelo Binaghi e il ct Corrado Barazzutti. E in tanti hanno fatto tappa nel locale per salutare la Schiavone: da Lea Pericoli a Nicola Pietrangeli. Francesca fa tappa a ogni tavolo e abbraccia tutti, uno a uno, scherza con Barazzutti. Il risveglio è con i giornali: quelli francesi la esaltano, L'Equipe titola «Schiavone, tennissima! Finalmente!
2010年 6月 07 月曜日


 

Associazione Verace Pizza Napoletana, Via dei mille 16, 80121 Napoli, Italia - C.F./P.IVA: 07801000634
Via Capodimonte 19a, 80131 Napoli, Italia
-